Agricoltura. Il grido d’allarme: “il bonus non mettetelo in busta paga. Il padrone non ce lo darà!”

Dopo aver toccato le piazze di raccolta di Grottaglie, stanotte la FLAI CGIL con il suo mezzo elettrico approda nella piazza di San Marzano di San Giuseppe per la terza tappa dei tour dei diritti del Sindacato di Strada.
Oggi i lavoratori agricolo incontrati hanno lanciato un grido dall’allarme.
“Abbassate l’età pensionabile perchè il nostro lavoro è usurante e non riusciamo ad andare in campagna da vecchi” – hanno detto.
Poi il timore di una rapina continua sui loro salari.
Dicono, parlando del bonus di 200 euro previsto per ogni lavoratore: “non fatelo mettere in busta paga altrimenti il padrone non ce lo darà, ci obbligherà a restituirlo. Per piacere chiedete all’INPS di erogarlo direttamente”.

Precedente Stato di agitazione per i dipendenti del Tribunale. Chiediamo solo dignità