LEONARDO GROTTAGLIE. FIM, FIOM E UILM SOSPENDONO LE RELAZIONI SINDACALI

Nella giornata di oggi si è riunito il Consiglio di Fabbrica a seguito dell’incontro di lunedi 01 luglio u.s., tenutosi nella sede di Unindustria Roma, tra i vertici di Leonardo SpA, le Segreterie Nazionali, Territoriali e la RSU FIM FIOM UILM del sito Leonardo Grottaglie.

Tra i temi trattati, si è discusso della contrazione dei volumi produttivi legati alla crisi di Boeing e della diversificazione industriale del sito. È stata confermata da parte di Leonardo Corporate l’assegnazione della linea finale del convertiplano AW609, risultato delle iniziative di lotta delle Lavoratrici e dei Lavoratori di tutto il perimetro del sito ionico.

FIM FIOM UILM, considerano l’incontro con l’azienda del tutto insoddisfacente in quanto non si è discusso minimamente degli investimenti annunciati, rinviando ulteriori approfondimenti al 15 luglio p.v., in concomitanza dell’informativa annuale della Divisione Elicotteri, a cui parteciperanno la RSU di Grottaglie e le Segreterie territoriali.

A partire dell’informativa prevista, pretenderemo che si discuta concretamente del piano industriale di rilancio del sito, con dettagli sugli investimenti, tempistiche e ricadute occupazionali.

L’azienda ha inoltre confermato la propria intenzione di fermare le attività legate al programma B787 per 4 mesi. FIM FIOM UILM, reputano questa scelta inappropriata, continuando a sostenere la possibilità di tenere aperto il sito con una produzione ridotta, soprattutto a salvaguardia dei lavoratori dell’indotto. Nella giornata di ieri, Leonardo SpA, in contraddizione alle conclamate ed avanzate relazioni industriali del gruppo, ha aperto unilateralmente la procedura di CIGO a partire dal 29 luglio e per una durata di 13 settimane.

FIM FIOM UILM, considerano questa scelta unilaterale, seppur annunciata, uno strappo inutile ed evitabile nei tempi e nei modi.

Riteniamo, in virtù dell’integrativo aziendale vigente, che la condivisione delle scelte strategiche con le Parti Sociali sia fondamentale per il raggiungimento di un’intesa nell’interesse di tutti i Lavoratori, soprattutto in un periodo già critico sotto l’aspetto delle relazioni sindacali, che sta fortemente interessando il sito di Grottaglie.

Sia chiaro alla Leonardo Corporate, che nel rispetto di tutti i sacrifici profusi nel corso degli anni dai Lavoratori, le decisioni che interessano la diversificazione ed il futuro dello Stabilimento di Grottaglie, non possono più essere ulteriormente procrastinate.

A tal proposito ulteriori rinvii o risposte elusive, comporteranno forti azioni di lotta.

Pertanto, FIM FIOM UILM a partire dalla giornata di oggi sospendono le relazioni sindacali di sito, confermando il blocco degli straordinari e di ogni forma di flessibilità.

Precedente CALDO, INCIDENTI E DECESSI. LA CGIL E LA FILLEA TARANTO SCRIVONO A TUTTI I SINDACI DELLA PROVINCIA